FONDO DELLA SALSA

Posto alla base dell'imponente paretone nord del monte Camicia, l"Eiger dell'Appennino", un luogo incantevole con davanti oltre 1200m. Sul Fondo della Salsa fino a pochi anni fa vi era un nevaio perenne purtroppo ultimamente scomparso durante l'estate. I primi a salire il paretone furono Bruno Marsili e Antonio Panza nel  1934. Vi sono inoltre dei resti di un aereo a ricordo di un tragico incidente nel 1994. Il sentiero per raggiungere il fondo è suggestivo e ci si inoltra in una bellissima faggeta e non presenta particolari difficoltà tecniche. Superato la località San Salvatore 3 km dopo Castelli si giunge a un bivio dove ci si inoltra nel bosco dalla località Colle Rustico a quota 770m. Seguendo il facile sentiero e superaro il bivio di Fosso Morto a quoto 887m si sale verso il Fondo della Salsa fino a giungere a 1150 metri di altitudine, dinanzi a noi il paretone maestoso. L'escursione dura circa 3 ore a/r e sono poco meno di 5 km.

fondo della salsa2.png

«Da quassù il mondo degli uomini altro non sembra che follia, grigiore racchiuso dentro se stesso. E pensare che lo si reputa vivo soltanto perché è caotico e rumoroso»
Walter Bonatti