MONTE CAMICIA

Fonte Vetica

Monte Camicia

Il monte Camicia (2564m) è una delle vette principali del Gran Sasso d'Italia, l'escursione che parte da Fonte Vetica (1610m) e va sul monte Camicia è una delle più belle e regali paesaggi e panorami stupendi. Per raggiungere la cima sono possibili due percorsi partendo da fonte Vetica, o passando sopra il vallone di Vradda o andando verso il monte Tremoggia per dirigersi poi verso la vetta del Camicia. Come giro ad anello consiglio di salire dal vallone di Vradda e poi scendendo fare anche le cime del Tremoggia e Siella per ritornare al punto di partenza. Si tratta di un entusiasmante anello della durata di sei ore a/r per un totale di 11 km. Si prende il sentiero che percorre la via tra due boschi in leggera salita partendo dai cartelli illustrativi di fonte Vetica. Continuando la salita, non dura ma costante, si costeggia a salire il Vallone di Vradda avvicinandosi sempre più alle famose balconate e alla cima del Camicia

Ad un ora e mezza dalla partenza si arriva ai famosi balconi del monte Camicia, affaciandosi ( stando attentii!) al paretone nord del Camicia che scende dai balconi dove siamo si vede tutta la maestosità del paretone. Dal lato teramano il monte Camicia sale in modo verticale con un difficile paretone da scalare con caratteristiche alpine..severa e difficile, non a caso viene definito l’Eiger dell’Appennino.
Oltre 1000 metri di dislivello, si vede dal basso dal fondo della salsa. Fu conquistato per la prima volta da Bruno Marsilii e Antonio Panza di Pietracamela nel 1934. La prima salita invernale, funestata da una tragedia dove perì l'escursionista Piergiorgio De Paulis venne effettuata nell'inverno del 1974.
Il paretone è l'essenza della montagna più aspra, cosi bella e incredibile da guardare..cosi difficile e severa nel conquistarla.

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/4

Paretone Nord

Vista dalla cima 2564m


Dai Balconi si sale lungo una ripida salita pietrosa che dopo una ventina di minuti ci porta alla croce di vetta (2564m). Da qui una vista incredibile. Ben visibile la catena del Gran Sasso con le cime del Prena e Corno Grande in primo piano, da qui passa la famosa via del centenario che ci conduce passando tutta la cresta del Gran Sasso fino al monte Aquila. Il panorama spazia ovunque, mare Adriatico, Majella, Sirente-Velino e tutto il versante del teramano.

Per la discesa poco dopo i balconi bisogna fare attenzione a un bivio poco segnato che svolta verso la sinistra scendendo. Girando a sinistra si passa attraverso la cresta che ci conduce al Tremoggia 2331 m e passanto dal pratone di fronte Fredda si arriva al monte Siella 2027 m e successivamente continuando a scendere fino a tornare al parcheggio di Fonte Vetica.

Fonte Vetica 

Monte Siella

Scendendo dal Camicia

“La natura è vita ed è la nostra salvezza,

             non soltanto fisica.“

                      Walter Bonatti