RIFUGIO PISCHIOLI

Rifugio Pomilio

   
  Maiella      Parchi Nazionali     Arte e Storia        Escursioni


Dal Balzolo partono numerosi sentieri verso l'alta quota della Majella o nella valle dell'Avello. Uno dei sentieri più conosciuti è quello che dal Balzolo ci porta verso il rifugio Pomilio, il G6. Lungo questo sentiero dopo un ora abbondante di cammino si raggiunge il Rifugio Pischioli. 
Il Pischioli è un rifugio posto sotto uno sperone di roccia con una fontana e un area di sosta attrezzata con dei tavolini adiacenti al rifugio. Si trova in un suggestivo punto panoramico con la valle dell'Avello e delle Tre Grotte e la Majella con vista cima Murelle guardando a salire. Partendo dal Balzolo si supera la famosa Pinna, che simboleggia la dea Maja, chiamata anche Cimirocco.
Costeggiando il recinto dell'acquedotto si sale ripidamente lungo un percorso pietroso, un paio di tratti sono leggermente esposti ma nulla di trascendentale.
Passato il tratto iniziale la salita si fa un pò meno ripida e passa attraverso una vegetazione composta da cespugli di ginepro, è una salita un pò scivolosa in particolare nel caso di pioggia. Dopo un ora abbondante di cammino spunta all'improvviso uno spiazzo con lo sperone di roccia che custodisce il rifugio Pischioli.
A poca distanza dal rifugio vi sono diverse grotte pastorali di grande bellezza e la madonna delle sorgenti. Per continuare in direzione Pomilio si prende il sentiero a salire che porterà prima in località Rapina per poi arrivare tra prati e pini mughi al Pomilio.
Per scendere dal Pischioli è possibile, consigliato in caso di tempo istabile o umido, prendere il sentiero che dall'area attrezzata del Pischioli si inoltra nel bosco e che scende verso Bocca di Valle, non prendendo il bivio per Bocca di Valle il sentiero ci porterà sotto il Balzolo nell'area riservata alla sosta delle auto. Si tratta di un sentiero più lungo ma semplice che passa dentro un bel bosco dove ci sono diversi resti di mura di stazzi pastorali.


 

Balzolo